Making Creams IV: Attrezzatura e materie prime

Questi articoli sono stati scritti con l’intenzione di raccogliere le informazioni di base che penso sia necessario acquisire prima di iniziare a fare cosmetici in casa. Ho cercato di riportare più fonti e articoli possibili per confermare le informazioni riportate, ma non prendete mai ciò che leggete come se fosse una verità assoluta. Controllate sempre le informazioni su più fonti attendibili, e considerate questi articoli come punto di partenza: continuate a studiare e a costruire le opportune basi di chimica che vi servono, prima di “mettere le mani in pasta” e dedicarvi all’autoproduzione di cosmetici. Se notate degli errori o inesattezze, o pensate che dovrei rivedere o approfondire alcuni aspetti, contattatemi!

Negli articoli precedenti abbiamo imparato cosa sono le emulsioni, come si presenta la formula di una crema e la procedura base per farne una.

Ora è giunto il momento di capire che tipo di attrezzatura e materiale ci serve per fare queste operazioni.

Attrezzatura

Protezioni

Ricordate sempre: state lavorando con reagenti chimici. Leggete sempre la scheda tecnica di ogni prodotto che comprate, anche di quelli che vi sembrano innocui.

Fate particolare attenzione ad acidi, basi, conservanti e polveri. I primi tre perchè possono essere corrosivi e irritanti, le polveri perchè non dovete respirarle.

Detto questo, vi serviranno:

  • Guanti
  • Mascherina
  • Occhiali da laboratorio

Se avete intenzione di lavorare con tensioattivi solidi, vi consiglio di procurarvi una mascherina seria antiparticolato. Quella nella foto è ok, ma se riuscite a trovarne una specifica è molto meglio. Non appena le mascherine saranno di nuovo accessibili, chiaramente.

Attrezzatura tecnica

In teoria, potreste fare cosmetici con la stessa attrezzatura che usate per cucinare (pentole, cucchiai, bilancia, fornelli).

Ma se intendete prendere questo hobby sul serio, vi consiglio di procurarvi una attrezzatura vera da laboratorio, per quanto possibile, almeno per quanto riguarda beaker e strumenti per mescolare. In ogni caso, se doveste usare attrezzi da cucina, non usate gli stessi che usate per cucinare ma prendetene un set a parte.

Vi serviranno:

  • Strumenti per mescolare: suggerisco bacchette di vetro e spatole (incluse spatole piatte)
  • Bilance: ve ne servirà una con sensibilità almeno 0.1 g; se la sua capacità limite è 100 g, come in molti casi per le bilance di precisione, ve ne servirà anche una più grossa, con sensibilità almeno 1 g e capacità maggiore.
  • Beaker: consiglio di averne di diverse capacità (500 ml, 250 ml, 150 ml, 25 ml)
  • Attrezzatura per scaldare i suddetti beaker. Qui avete diverse opzioni:
    • Bagnomaria con pentole riempite d’acqua, si scalda sul fornello
    • Bagnomaria da laboratorio (come quello in foto – mi raccomando, bagno ad acqua! non ad olio!)
    • Hotplate elettrico: va bene se avete i beaker in borosilicato
  • Attrezzatura per emulsionare. Siccome non possiamo permetterci di spendere migliaia di euro in uno stirrer IKA, da amatoriali dobbiamo accontentarci di un frullatore a immersione. Non c’è bisogno di comprarne uno particolarmente costoso. Se proprio volete investire qualcosina, posso consigliare il Bosch Clevermixx 600W che viene venduto con due eliche, una grossa e una piccola che è meravigliosa per fare piccoli batch di creme. Inoltre, arriva con un tritatutto che si può usare per tritare i tensioattivi solidi.
  • Strisce per la misurazione del pH e le soluzioni per aggiustarlo.

Packaging

  • Vasetti, bottigliette, tubetti stick… Potete comprarli nuovi (di solito vengono venduti dai fornitori di materie prime) oppure lavare e riciclare quelli vecchi.
  • Stampi: vi serviranno stampi per il sapone se volete fare saponi o shampoo/balsami solidi.

Reagenti

Fase esterna (acqua)

  • Acqua demineralizzata
  • Un modificatore reologico: Xanthan gum, Guar gum, oppure uno dei poliacrilati (Carbomer, Carbopol, Tinovis, etc.)…
  • Glicerina

Emulsionanti + fase interna (olio)

  • Un emulsionante: methylglucose sesquistearate, Olivem1000, Montanov68, Phospholipon 80H, Ceterareth-25…
  • Uno o più fattori di consistenza: alcol cetilico, cetyl palmitato, alcol cetilstearilico…
  • Una cera: anche se non le usate in una crema, la cera d’api trova sempre uno scopo
  • Uno o più burri: consiglio almeno burro di cacao e burro di karité
  • Un olio a viscosità alta: tocoferolo e/o olio di ricino
  • Un olio a viscosità media: praticamente tutti gli oli vegetali (oliva, colza, girasole, mandorle, cocco…)
  • Un olio a bassa viscosità: olio di jojoba, dicaprylyl ether, dicaprylyl carbonate…

Fase cool down + extra

  • Un conservante ad ampio spettro: alcol benzilico/acido deidroacetico + potassio sorbato, fenossietanolo…
  • Ingredienti funzionali che vi piacciono
  • Fragranze cosmetiche

Per aggiustare il pH:

  • Acido citrico: venduto come solido cristallino, si usa come soluzione al 30% in acqua (= 70g di acqua deionizzata a cui si aggiungono 30 g di acido citrico
  • Sodio idrossido: venduto come pellet o scaglie; molto corrosivo, può diventare molto pericoloso. Si usa come soluzione al 30% (= 70 g di acqua, 30 g di NaOH). La soluzione di soda va preparata con molta molta cautela: con le protezioni (vedi sopra), con possibilità di aerazione (finestra aperta, balcone), aggiungendo con cautela la soda all’acqua (mai il contrario) e senza respirare i fumi che si sviluppano. Alternativamente, tale soluzione al 30% la vendono già pronta.

Questa è la lista di attrezzature e ingredienti di base che potrebbe servirvi se volete iniziare con una semplice crema.

Per prodotti più complicati, dovete fare riferimento alla formula specifica e alle indicazioni del formulatore. Lo stesso vale se volete creare burri labbra, rossetti, shampoo solidi, balsami, ecc.

Advertisement

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s