Una lezione di chiacchierino per la quarantena, senza navetta

Da un po’ di tempo progetto di fare una serie di video tutorial sul chiacchierino a navetta, ma sto aspettando con ansia che mi arrivi del materiale nuovo (ho preso delle bellissime navette fatte a mano e non posso perdermi l’occasione per sfoggiarle!)

Nel frattempo, ho pensato di fare un mini tutorial con la tecnica base del chiacchierino (primo e secondo mezzo punto) con una navetta di fortuna, per chi è curioso di imparare o anche solo per passarsi un pomeriggio di questo triste periodo di quarantena.

La navetta è un oggetto importante del chiacchierino, ma la tecnica in sè è solamente una serie di nodi: basta avere qualcosa per tenere il filo in mano e passarlo da una parte all’altra di un anello.

Quindi, ecco come potete costruirvi una navetta provvisoria con un cartoncino, per prendere confidenza con i primi punti mentre aspettate che la bellissima navetta che avete ordinato vi arrivi a casa (dove comprare le navette? Qui trovi i link utili!).

Ho fatto questo video un po’ in fretta, quindi mi scuso per la mancanza di spiegazioni dettagliate.

Ecco qualche spiegazione in più.

Cartoncino: va bene qualunque cartoncino abbiate in casa, io le ho fatte con una ex scatola di cacao in polvere, l’astuccio di una saponetta, insomma cartoncino abbastanza sottile ma comunque più rigido di un foglio di carta.

Filato: nel video uso il Lizbeth n.10 che è un filato da chiacchierino. A questo stadio e con questa navetta da sfigati potete tranquillamente usare qualunque filo per uncinetto sottile (uncinetto n.1.75-2), o addirittura spago sottile – non crederete di fare delle opere d’arte con questa navetta, no? Stiamo solo imparando a fare i punti.

Gomitolo attaccato o no? Una volta caricata la navetta, a seconda del lavoro che dovete fare potete tagliare il filo e togliere quindi il gomitolo (come nel video) oppure tenerlo attaccato. Si tiene attaccato se la lavorazione prevede, oltre agli anellini, anche le catene e se queste catene devono essere dello stesso colore dell’anellino e non hanno lavorazioni particolari che richiederebbero una seconda navetta. Se state solo facendo esercizio per fare degli anellini, potete tagliarlo.

Primo mezzo punto: in due parole, per il primo mezzo punto o mezzo nodo dovete ricordarvi “navetta sotto”. Passate il filo sopra al dorso della mano, la navetta sotto al filo di lavoro (quello che tenete con la sinistra); poi passate la navetta sopra al filo di lavoro, e di nuovo sotto al filo della navetta (quello sopra alla mano destra). È più facile da vedere che da descrivere.

Flip! Il passaggio dell’anellino: il momento chiave del punto del chiacchierino è il passaggio del nodo dal filo della navetta al filo di lavoro. Quando avete completato l’operazione del primo mezzo punto, l’anellino è formato dal filo della navetta. Ecco, ora dovete tirare il filo della navetta e allentare la tensione del filo di lavoro (con la sinistra) in modo che il nodino si rovesci e passi al filo di lavoro. Ora tirate finchè il nodino non è stretto.

Se avete fatto tutto bene, il filo di lavoro che tenete con la sinistra è in grado di scorrere liberamente e potete allargare o stringere l’anello che tenete con la sinistra.

Secondo mezzo punto: nel secondo mezzo punto dovete pensare le parole magiche “navetta sopra”. Passate direttamente la navetta al di sopra del filo di lavoro, e poi sotto. Tirate e fate di nuovo il passaggio del nodo dal filo della navetta al filo di lavoro. Tirate ancora ed ecco che avete concluso il punto.

Ora andate avanti e fate una serie di punti (1 punto = 1 primo mezzo punto + 1 secondo mezzo punto), ad esempio fatene 8. Se avete fatto tutto bene, dovreste essere in grado di tirare il filo della navetta e chiudere il cerchietto.

Bene, avete fatto un anellino!

Nella seconda parte del video vi faccio vedere una catenella fatta con due fili di colore diverso, nella speranza di farvi capire meglio il passaggio del nodino dal filo della navetta al filo di lavoro.

Per fare una catenella, che non ho fatto vedere benissimo nel video, dovete avere del filo anche dall’altra parte. Infatti, il filo della navetta (quello a destra del lavoro) è quello che usate per fare gli anellini; il filo di lavoro (a sinistra del lavoro) è quello che si usa per fare le catenelle.

Prendete il filo di lavoro (che dall’altro capo ha il gomitolo oppure un’altra navetta) e arrotolatene un pochino attorno al mignolo per fare tensione. Poi procedete con i mezzi punti esattamente come con l’anello.

Se usate due fili di colore diverso, i punti della catenella dovrebbero essere del colore del gomitolo o della navetta con cui non state lavorando. Se sono del colore della navetta con cui state lavorando, avete sbagliato qualcosa!

Spero che questo video vi sia stato utile e che vi abbia fatti divertire almeno per un pomeriggio!

Se qualcosa non è chiaro o volete vedere altri tutorial simili (con navetta vera o con navetta per sfigati) non esitate a chiedere!

Advertisement

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s