Corso di chiacchierino a navetta 3 – Perline e accessori per bigiotteria

Ne è passato di tempo, ma non ho abbandonato il progetto di fare un piccolo corso per il chiacchierino a navetta!

Oggi vi parlo degli accessori che vi serviranno se volete creare bigiotteria con questa tecnica. Con il chiacchierino infatti potete creare orecchini, braccialetti, collane e collarini con un’infinità di design più o meno intricati: vi basta farvi un giro su Google immagini o su Pinterest per farvi un’idea di quello che potete creare.

Ma anche per fare i pezzi più semplici, vi serviranno alcuni componenti di base per la creazione di bigiotteria. Questi potete acquistarli presso molti negozi online: quasi tutti quelli che vendono filati da chiacchierino ora vendono anche materiale per la bigiotteria, e viceversa quasi tutti quelli specializzati in bigiotteria vendono anche qualche filato per il chiacchierino.

I negozi online più noti in Italia sono sempre loro: Spazio Ricamo e Hobby Perline. Ma potete anche ordinare in Europa, ad esempio presso Perles & co.

In Germania, un negozio fornitissimo è Kronjewelen.

Ma cosa vi servirà esattamente? Non è facile destreggiarsi nella marea di attrezzi, perline di diverso tipo e chiusure, catenine, anellini e ferraglia varia che vendono questi negozi.

Io vi darò solo qualche dritta sull’essenziale da avere, chiaramente per chiusure o decorazioni particolari dovete decidere voi cosa vi serve.

Pinze e scatole da bigiotteria

Qualunque tipo di bigiotteria vogliate fare, vi serviranno sicuramente delle pinze adatte allo scopo. Io ne ho due: una con la punta tonda e una con la punta piatta + tronchesino (sono quelle che vedete in foto). Non me ne sono mai servite altre.

Inoltre, anche se di solito se ne parla alla fine come una cosa accessoria, dovete considerare che tutti questi attrezzi, attrezzini e i vari componenti li dovrete riporre da qualche parte. Io trovo molto utili le scatole in plastica a scomparti come quelle che vedete in foto, sono fatte appositamente per queste cose e le trovate in ogni negozio che vende accessori per la creazione di bigiotteria e sono perfette per mantenere tutti i vostri materiali in ordine.

Chiusure, monachelle, catenine, anellini…

Anche per fare oggetti di bigiotteria semplicissimi, senza alcuna perlina, vi servirà qualcosa per confezionarli e renderli utilizzabili.

Per braccialetti, collane e collarini vi serviranno:
  • Chiusure. Le chiusure sono i componenti che si usano per agganciare un’estremità del bracciale/collana all’altra. Ce ne sono di tantissimi tipi e con i nomi più assurdi per chi si affaccia a questo mondo per la prima volta: chiusure a moschettone, chiusure a S, chiusure a vite, chiusure a cassetta… Vi consiglio di andare direttamente su Hobby Perline e guardare le foto per capire che tipo di chiusure sono. Le più semplici da usare per me sono quelle a moschettone e richiedono almeno un anellino e, dall’altra parte del lavoro, una catenella o un altro anellino.
  • Anellini. Gli anellini servono per agganciare diversi tipi di pezzi al vostro lavoro. Si possono aprire e chiudere usando le pinze, e potete chiuderli attorno a un picot all’estremità del lavoro per agganciarvi una gemma oppure una catenella oppure una chiusura. Sono indispensabili nella creazione di bigiotteria, ma sono anche tra le parti più economiche in commercio.
  • Catenelle. Le catenelle sono praticamente delle serie di anellini ed è utile averle come supplemento nella chiusura di bracciali e collarini, perchè consentono di chiudere il bracciale o il collare “su misura” per chi lo porta.

Di tutte queste tipologie di componenti potete scegliere il materiale che più vi aggrada: acciaio, rame, anticato, ecc.

Valutate bene i colori dei filati che avete e delle eventuali perline che volete acquistare, e poi decidete quale tipo di “ferraglia” meglio si addice ai vostri futuri lavori.

Per capire bene di che tipo di materiali sto parlando, si fa molto prima a vedere direttamente che a leggere: di nuovo, fatevi un giro su Hobby Perline e guardate il repertorio di chiusure, anellini e catenelle e i materiali che offrono!

Per gli orecchini, vi serviranno:
  • Monachelle. Le monachelle sono diciamo il corrispettivo delle chiusure per gli orecchini, sono la parte che si infila nel foro del lobo. Anche di esse ce ne sono tanti tipi, potete scegliere il tipo di orecchino che volete ma non potete farne a meno.

Perline, gemme, ecc.

Ora veniamo alla parte più “creativa”: le perline e le varie decorazioni.

Nei lavori a chiacchierino, le perline possono essere inserite in diversi punti del lavoro:

  • Come congiunzione tra un anellino e l’altro o tra un anellino e una catena
  • Al posto dei picots
  • All’interno degli anellini

Ci sono tanti tantissimi tipi di perline. La tipologia più usata – e probabilmente la più economica – è quella delle perline “rocailles”. Le rocailles hanno diversi nomi a seconda della loro marca: ci sono le miyuki, le toho, e altre (quasi tutte giapponesi). Queste perline vanno bene sia come perline di congiunzione che come perline al posto dei picots.

Come perline di congiunzione, dovete scegliere perline con il foro abbastanza grosso da farci passare un uncinetto 0,75: ad esempio le 6/0 o le 8/0. Purtroppo però non sono molto belle da vedere se usate come congiunzioni con filato 40 o 80: usatele solo con filati 10 o 20. Per i filati più sottili ovvero il 40 e l’80 io non uso perline di congiunzione ma solo perline al posto dei picots; usando degli aghi appositi esistono modi per usare perline piccole (11/0 o 15/0) come congiunzioni, ma non ho ancora trovato un modo pratico e veloce per farlo.

Come perline da usare al posto dei picots invece è meglio usare quelle più piccole, ovvero le 11/0 o 15/0. Queste possono essere usate con i filati 80, 40 e 20. Come vedremo quando mi deciderò a fare i video tutorial, le perline-picots vanno inserite nel filato prima di iniziare la lavorazione. Per farlo vi serviranno degli aghi infilaperle molto sottili, io ad esempio ho questo set di aghi, di cui in realtà uso solamente quelli con l’apertura al centro.

Infine, per le perline da inserire al centro degli anelli potete sbizzarrirvi con quelle più grosse: potete usare le perline e gemme che più vi piacciono e di varie forme (tonde, a goccia, quadrate…), perchè andrete a farci l’anellino attorno.

Per alcune lavorazioni, ad esempio per alcuni orecchini o collarini, a volte è bello inserire una gemma pendente. Anche queste potete trovarle di vari materiali e più o meno sfaccettate, e per infilarle vi servirà un chiodino apposito per agganciarla al picot.

Quindi ricapitolando, le misure per le rocailles sono:

  • 6/0 e 8/0: come perline di congiunzione, solo per filati grossi (10 e 20)
  • 11/0 e 15/0: come perline-picots, per filati 80, 40 e 20 (necessitano di ago infilaperle)

Le altre perle che possono servirvi sono:

  • Perle di varie dimensioni e materiale da inserire al centro degli anellini
  • Gemme/gocce da usare come pendenti in orecchini e alcuni design di collarini (necessitano di chiodino per essere agganciate al lavoro)

Questi sono solo alcuni dei componenti che potete usare per creare la vostra bigiotteria: io sono molto minimalista nei miei lavori e attualmente uso quasi solo perline da usare al posto dei picots, ma le decorazioni con cui potete arricchire i vostri lavori sono senza limiti. Non è facile spiegare tutto tramite un articolo: la cosa più semplice è esplorare direttamente le offerte dei negozi online.

Quando mi deciderò a fare i video tutorial, ovviamente ce ne sarà uno dedicato a questo aspetto in cui vi farò vedere il materiale che ho e come si usa nei lavori al chiacchierino.

Alla prossima puntata!

Advertisement

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s